La ricerca




La ricerca


Fondamento di ogni attività è la ricerca, che l’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte si prefigge di garantire secondo un rigido sistema che associa la tradizione accademica italiana ai più aggiornati sistemi di indagine. Le ricerche coordinate dall’Istituto si svolgono anche mediante borse di studio offerte agli studiosi provenienti dal mondo accademico ed istituzionale. I risultati delle ricerche diventano oggetto di informazione in occasione di conferenze, seminari, convegni e congressi. Compito dell’Istituto è anche di curare la pubblicazione di saggi ed indagini archeologiche e storico-artistiche sulla Rivista o su monografie dedicate.

Attualmente l'Istituto prosegue il programma di inventariazione, catalogazione e digitalizzazione del proprio ingente patrimonio documentario, editoriale, grafico e fotografico, con particolare interesse per la conservazione e la valorizzazione del materiale raccolto nella Fototeca e nell'Archivio Storico. A questo scopo sono stati attivati tirocini formativi per gli studenti della Scuola di Alta Formazione dell'Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario di Roma e per gli studenti di archeologia e storia dell’arte dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza e dell'Università degli Studi Roma Tre.

L’Istituto, infine, collabora con enti pubblici e privati per studi, progetti e per la divulgazione scientifica e mette a disposizione la propria sede per l'organizzazione di eventi culturali.

_____________________________________________

Progetti in corso

Roma – Convenzione con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma per lo studio, il progetto di restauro e l’edizione del mausoleo di M. Nonio Macrino e dei monumenti funerari nell’area della necropoli tra il V e il VI miglio della via Flaminia
Roma – Accordo di collaborazione con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma per lo studio e la pubblicazione dei materiali archeologici
Roma – Catalogazione e aggiornamento bibliografico del materiale afferente al Corpus degli oggetti bizantini in Italia e al Corpus della pittura monumentale bizantina in Italia di proprietà dell'Istituto
Roma – Catalogazione e digitalizzazione delle collezioni di immagini fotografiche di pertinenza della fototeca e dell'archivio storico dell’Istituto
Roma – Digitalizzazione e riversamento on-line delle pubblicazioni edite dall’Istituto non più disponibili in commercio (RIASA, Bollettino del Reale Istituto di Archeologia e Storia dell'Arte, Collane)
Pietrabbondante (Isernia) – Scavo archeologico del santuario sannitico e progetto espositivo per il Museo archeologico, in collaborazione con il Comune di Pietrabbondante, con finanziamenti della Regione Molise e d’intesa con il Ministero per i beni e le attività culturali
Regione Molise – Studio e valorizzazione del patrimonio archeologico, storico e artistico presente nel territorio regionale
Regione Umbria - Catalogazione e digitalizzazione di immagini storiche relative al territorio umbro, destinate al Sistema informativo georeferenziato per i Beni culturali della Regione Umbria
Regione Umbria - Programma di censimento del patrimonio di arte e architettura moderna e contemporanea dell’Umbria

 

_____________________________________________


Scavi archeologici di Pietrabbondante (Isernia)

Progetto pilota dell’Istituto sono le indagini nel sito di Pietrabbondante (Isernia). Qui, su un declivio a mille metri d’altezza, si trovano gli imponenti resti archeologici di un singolare e maestoso santuario frequentato tra il IV e il I sec. a. C., prima della annessione del Sannio da parte di Roma. I recenti scavi hanno contribuito a definire ulteriormente i caratteri culturali, le forme religiose e istituzionali dei Sanniti, che qui avevano un centro spirituale e politico.

D’intesa con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Molise e il Comune di Pietrabbondante, l’Istituto ha messo a punto un programma di indagine archeologica e di comunicazione che prevede attività di studio, ricerca, scavo, restauro, valorizzazione e divulgazione scientifica, oltre al progetto espositivo per un Museo archeologico-laboratorio.

Per saperne di più:

Pietrabbondante e il Sannio antico (PDF, 130 Mb)

Pietrabbondante. Scavi archeologici dell'anno 2010. Rapporto preliminare (PDF, 2,1 Mb)

Pietrabbondante 1959-2009. Mezzo secolo di ricerche archeologiche (PDF, 95 Kb)

Pietrabbondante. Ricerche archeologiche 2009 (PDF, 83 Kb)

Relazione sugli scavi di Pietrabbondante 2006 (PDF, 1.5 Mb)


_____________________________________________


Vetrina

Lunedì 28 aprile 2014 alle ore 17.00 presso la sala conferenze dell’Istituto si è tenuta la presentazione dei due volumi:

- L'isola delle madri. Una rilettura della documentazione archeologica di donne con bambini in Sicilia

- L'allattamento nella Grecia di epoca arcaica e classica

di Giulia Pedrucci editi dalla casa editrice Scienze e lettere dal 1919, collana Sacra publica et privata.

Interverranno:
Lorenzo Guzzardi
Soprintendenza per i Beni Archeologici di Caltanissetta

Giovanni Casadio
Università degli Studi di Salerno

Laura Faranda

Università di Roma "La Sapienza"

Giulia Pedrucci
Università degli Studi di Bologna

La casa editrice Scienze e Lettere offrirà le opere dell'autrice con forte sconto.

Schede editoriali dei due volumi alle pagine:

http://www.scienzeelettere.it/book/48174.html
http://www.scienzeelettere.it/book/48340.html


Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte
Lunedì 28 aprile 2014, ore 17.00


_____________________________________________

Giovedì 20 febbraio 2014 alle ore 16.30 presso la sala conferenze dell’Istituto si è tenuta la presentazione del primo volume del

CORPUS DELLA PITTURA MONUMENTALE BIZANTINA IN ITALIA. I – UMBRIA

a cura di Mara Bonfioli, con testi di Mara Bonfioli, Simona Moretti, Mauro della Valle, Cristina Pantanella e Livia Bevilacqua, Edizioni Quasar, Roma 2012.

Interventi di:

Adriano La Regina
Presidente dell’Istituto Nazionale d’Archeologia e Storia dell’Arte

Bruno Toscano
Università degli Studi “Roma Tre”

Francesco Gandolfo
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Enrico Parlato
Università degli Studi della Tuscia, Viterbo

Il Corpus della Pittura Monumentale Bizantina in Italia – la serie di cui si pubblica il primo volume dedicato all’Umbria – si inserisce in un programma europeo nato ad Atene nel 1982 sotto gli auspici dell’UNESCO: il Corpus Internationale de la Peinture Monumentale Byzantine.

Obiettivo di questa impresa è quello di realizzare, per ciascuno dei territori coinvolti, una sistematica catalogazione scientifica di tutte le pitture murali e dei mosaici parietali che rientrano, direttamente o mediatamente, nell’orbita culturale di Bisanzio. Non solo, ma anche di fornire un capillare censimento delle opere esistenti e delle loro condizioni conservative, ai fini di una migliore tutela di un vasto patrimonio che, per la sua fragilità, appare spesso a rischio di sopravvivenza.

Il volume sull’Umbria – il quarto delle serie internazionale, dopo quelli dedicati all’isola svedese di Gotland, all’isola greca di Citera e ai monasteri del Monte Athos – raccoglie le testimonianze pittoriche di una regione “di passaggio”, scelta per la sua unicità nella nostra penisola, e che custodisce tra il VI-VII secolo e la fine del XIII documenti importanti per differenti stagioni figurative: da quella ellenizzante, che fa capo alla “Roma bizantina”, a quella tardo-comnena, che impronta di sé larga parte dell’Europa a cavallo della quarta Crociata, per arrivare alle soglie dell’età paleologa.

Il libro si apre con un saggio introduttivo di taglio storico e storico-artistico, pubblicato in lingua italiana e in lingua inglese, seguito dalla presentazione dei dieci monumenti presi in esame all’interno di altrettanti capitoli, tutti corredati da un atlante fotografico in bianco e nero e a colori e da piante e rilievi fatti appositamente eseguire.

Il Corpus della Pittura Monumentale Bizantina in Italia, diretto da Mara Bonfioli, è posto sotto il patrocinio dell’Union Académique Internationale, dell’Unione Accademica Nazionale e dell’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte.

Scheda editoriale completa alla pagina:
http://www.edizioniquasar.it/sku.php?id_libro=1942


Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte
Giovedì 20 febbraio 2014, ore 16.30

_____________________________________________


Venerdì 24 gennaio 2014 alle ore 16.30, presso la sala conferenze dell'Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell'Arte, Claudio Strinati ha aperto il secondo ciclo di 'Orizzonti del Novecento - Dialogo fra le arti', giornate dedicate alle arti del XX secolo, con un incontro dal titolo 'Aspetti della scultura rinascimentale nell'arte del Novecento'.

Questa edizione del ciclo, a cura di Roberto Cumbo, Laura Mocci e Giovanni Papi, è dedicata al tema 'La materia e lo spirito nell'arte del XX secolo. La scultura monumentale: potenza del divino e dell'umano' e si svolgerà con cadenza mensile fino a venerdì 7 giugno 2014.

Gli incontri sono organizzati dall'Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell'Arte in collaborazione con Roma Capitale-Assessorato lavoro, casa ed emergenza abitativa e con la Scuola d’Arte e dei Mestieri Nicola Zabaglia di Roma.

L' ingresso è gratuito, fino ad esaurimento posti.


Calendario degli incontri 2014:


Venerdì 24 gennaio, ore 16.30
Claudio Strinati, Aspetti della scultura rinascimentale nell'arte del Novecento

Venerdì 21 febbraio, ore 16,30
Francesco Buranelli, Dialogo fra la Chiesa e l’arte del XX secolo. Continuità e ripresa
Conversazione con Maurizio De Luca: I grandi cicli degli affreschi. Materie e tecniche

Venerdì 21 marzo, ore 16,30
Francesco Gallo Mazzeo: Arte Moda Spettacolo: dagli anni ’50 ad oggi. Culture dell’immaterialità
Conversazione con Graziella Pera e Valter Azzini: Stile, costume e sue trasfigurazioni

Venerdì 11 aprile, ore 16,30
Laura Mocci: Costantino Nivola, la scultura tra astrazione e tradizione
Conversazione con Roberto Almagno: Il cuore e l’anima del legno

Venerdì 16 maggio, ore 16,30
Lorenzo Canova: Materia Scultura Ambiente: tra avanguardia e neo-avanguardia italiana
Conversazione con Giovanni Papi: Tra materia e spirito.

Venerdì 23 maggio, ore 16,30
Benedetto Todaro: Il tempo e i materiali nello spazio architettonico
Conversazione con Luigi Prisco: E42-EUR, continuità delle arti negli anni’40 e ’50

Venerdì 6 giugno, ore 16,30
Cecilia Casorati: L’arte al tempo della crisi. La rivoluzione siamo noi
Conversazione con Marcella Cossù: Manzù e il Novecento

Leggi il programma (PDF, 180 Kb)
Visualizza la locandina (PDF, 1,5 Mb)


_____________________________________________


Venerdì 20 dicembre 2013 presso la sede dell'Istituto è stato presentato il volume di Anna Sofia, Sfingi e sirene. La presenza egizia nella Sicilia greca di V sec. a.C.: testimonianze nella commedia dorica e nel mimo, pubblicato dalla casa editrice Scienze e lettere dal 1919 s.r.l. nella collana Sacra publica et privata. L'opera è stata presentata da Alessandro Roccati, Professore emerito di Egittologia dell'Università di Torino e Socio corrrispondente dell'Accademia delle Scienze. Maggiori informazioni e scheda editoriale alla pagina:
http://www.scienzeelettere.it/book/48414.html

__________________

Venerdì 15 marzo 2013 nella sala conferenze dell’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte ha avuto inizio il primo ciclo di incontri intitolati “Orizzonti del Novecento - Dialogo fra le arti”. L’evento, patrocinato dall’Assessorato alle Attività Produttive al Lavoro e al Litorale Dipartimento Attività Economico-Produttive, Formazione-Lavoro di Roma Capitale, è stato curato dall’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte e dalla Scuola d’Arte e dei Mestieri Nicola Zabaglia. Gli incontri sono dedicati alle arti del XX secolo.

Primo incontro:
Venerdi 19 aprile 2013 ore 16,30
Le avanguardie artistiche nello scenario europeo: tra astrazione e figurazione” di Enzo Bilardello
La nuova scena urbana di Roma Capitale: da piazza Venezia all’EUR-E42” di Luigi Prisco

Secondo incontro:
Venerdì 10 maggio ore 16,30
Frantumazione del linguaggio nell’arte del ‘900" di Giorgio Di Genova

Terzo incontro:
Venerdì 7 giugno ore 16,30
Un lungo dopo-dopoguerra: dall’ Informale alla fine degli anni ‘70” di Bruno Corà

Per informazioni: tel. 347 5971510

_____________________________________________

Nell'ambito delle attività didattiche organizzate dalla Scuola Normale Superiore di Pisa per il Progetto Europeo ENArC European Network on Archival Cooperation, il 6 settembre 2012, si è svolta a Roma presso la sede dell' Istituto di Archeologia e Storia dell'Arte un incontro introduttivo alla visita alla mostra 'Lux in Arcana - L'Archivio segreto vaticano si rivela'. Il dr. Marco Maiorino, curatore della mostra e archivista presso l'Archivio Segreto Vaticano, ha introdotto i partecipanti al concept dell'evento espositivo e alle problematiche dell'allestimento, analizzando la scelta dei documenti esposti, la suddivisione in sezioni tematiche, i supporti informativo-didattici, la comunicazione tramite nuovi media e il riscontro da parte del pubblico. Hanno partecipato all'incontro giovani studiosi, archivisti e architetti interessati agli aspetti comunicativi dell'evento.
L'attività è stata realizzata grazie al contributo dell'Unione Europea all'interno del Programma Cultura 2007-2013.
_____________________________________________


Giovedì 11 novembre 2010 alle ore 15.00 si è svolta nella Sala conferenze dell’Istituto la presentazione dei tre volumi dal titolo Il collezionismo d’arte a Venezia. I. Dalle origini al Cinquecento. II. Il Seicento. III. Il Settecento, a cura di Michel Hochmann, Rosella Lauber, Linda Borean e Stefania Mason (Marsilio 2007-2009), presentazione di L. Barroero, Università degli Studi di Roma Tre.

_____________________________________________

Lunedì 11 ottobre 2010 si è tenuto nella Sala conferenze dell’Istituto l’incontro dell'Associazione Internazionale di Archeologia Classica dal titolo Restauro e conservazione: i casi di Ercolano ed Ostia, con interventi di Maria Rita Acetoso (Il restauro archeologico fra gli anni ’20 e gli anni ’50: Ercolano e gli interventi condotti da Amedeo Maiuri) e Enrico Rinaldi (Restauro e conservazione ad Ostia nella prima metà del Novecento), moderatrice Mirella Serlorenzi.

_____________________________________________

Presso la sede dell’Istituto è stato attivato per l’Anno Accademico 2009-2010 lo Stage formativo dal titolo Il patrimonio artistico bizantino in Italia. Per un archivio informatizzato di schede e immagini. Il progetto di formazione rivolto a studenti universitari e neolaureati della Sapienza Università di Roma prevede la informatizzazione delle schede e fotografie appartenenti al Corpus degli oggetti bizantini in Italia, conservato presso l’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte. L’iniziativa è stata ideata nell’ambito della cattedra di Storia dell’Arte Bizantina, Prof. Antonio Iacobini, del Dipartimento di Storia dell’Arte della Sapienza, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte, ed è coordinata dalle Prof.sse Simona Moretti e Tiziana Scarselli. Lo stage sarà rinnovato per l’Anno Accademico 2010-11.
Maggiori informazioni all’indirizzo:
http://scienzeumanistiche.uniroma1.it/studenti/BandiTirocini/TIROCINIOINASAAVVISO.pdf

_____________________________________________

È stato inaugurato nel mese di marzo 2010 presso la sede dell’Istituto il ciclo di incontri bisettimanali dal titolo Dialogando con l’artista. Nati dalla collaborazione tra l’Università di Roma Tor Vergata, l’Accademia di Belle Arti di Roma e la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici e Etnoantropologici del Lazio, i sei  incontri programmati hanno lo scopo di permettere agli studenti di storia dell’arte di entrare in contatto con i protagonisti della scena artistica attuale, incontrando personalmente artisti di generazioni diverse e poetiche differenti, in un’occasione di grande stimolo ed arricchimento culturale.
Maggiori informazioni all’indirizzo: http://www.soprintendenzabsaelazio.it/

Calendario degli incontri 2010:
18 marzo Gino Marotta
25 marzo Giovanni Albanese
15 aprile Stefano Di Stasio
29 aprile Luca Patella
13 maggio Donatella Landi
20 maggio Piero Mottola

_____________________________________________

Lunedì 7 aprile e lunedì 5 maggio 2008 nella Sala conferenze dell’Istituto si sono svolti i due Incontri dell'Associazione Internazionale di Archeologia Classica (A.I.A.C.) dal titolo “I volti del sacro in epoca repubblicana”, con interventi di A. Cazemier (Early Roman contacts with Greek religious sites), S. Carosi (Culti demetriaci in Etruria e nel Lazio in età arcaica ed ellenistica) e B. Rous (Latial Late Republican Sanctuaries. Cult in an urban framework), e "Veienti, Romani e Sanniti tra cultura materiale e architetture sacre",  con interventi di Elisa Gusberti (I reperti della casa delle vestali tra VIII e VI sec. a.C: considerazioni su cronologia, funzioni e indicatori di attività cultuali),  R. Cascino (Produzione di ceramiche fini a Veio tra VII e V secolo a.C.: scarti di fornace di ceramica di imitazione greca [italo-geometrica, etrusco corinzia, etrusca a fasce] e bucchero) e R. van Dusen (The Sanctuaries of Pentrian Samnium: the monumentalization of sanctuaries between the third and early first centuries B.C.).

_____________________________________________


È stata inaugurata il 9 marzo 2008 a Ravenna, nelle sedi del Museo d'Arte, del Museo Nazionale e della Biblioteca Classense, la mostra "La cura del bello. Musei, storie, paesaggi per Corrado Ricci".
L'esposizione ripercorre la biografia di Ricci, fondatore dell'Istituto, e illustra le opere d'arte con cui egli entrò in contatto durante la sua attività di funzionario statale, museologo e storico dell'arte.
Il catalogo, edito da Electa, raccoglie saggi di Roberto Agostinelli, Luisa Arrigoni, Roberto Balzani, Marco Antonio Bazzocchi, Paola Callegari, Ermanno Carbonara, Valter Curzi, Donatino Domini, Andrea Emiliani, Lucia Fornari Schianchi, Annamaria Guiducci, Donata Levi, Cetty Muscolino, Antonio Paolucci, Maria Luigia Pagliani, Massimo Pomponi, Marina Santucci, Gianni Carlo Sciolla, Sandra Sicoli, Claudio Spadoni, Nicola Spinosa, Claudia Tedeschi e Giovanni Valagussa.

_____________________________________________

Si è svolta ad Alba (CN) il 1° giugno 2007 la Giornata di studi dedicata all’imperatore Publio Elvio Pertinace, organizzata dall’Istituto in collaborazione con la Fondazione Ferrero - O.N.L.U.S., con il Comune di Alba e con la Soprintendenza per i beni archeologici del Piemonte.
Il convegno ha delineato un panorama aggiornato e completo delle conoscenze sulla figura di questo imperatore piemontese, che tenne il governo dell'impero romano per soli tre mesi nell'anno 193.
Sono in corso di stampa gli Atti della Giornata di Studi, con interventi di A. La Regina (Introduzione), M. Mazza (Il breve regno (in)felice di Publio Elvio Pertinace: considerazioni sull’impero romano alla svolta dell’età severiana), S. Roda (Ai margini dell’impero nell’età dell’angoscia: Alba e il Piemonte romano al tempo di Pertinace), J. Scheid (Potere e religiosità. Il culto degli arvali e gli imperatori), S. Balbi de Caro (Publio Elvio Pertinace e la moneta), F. Zevi (Pertinace, il suo tempio e i Collegi di Ostia), F. Barello (L'iconografia di Pertinace, tra rilievo monetale e marmo), G. Martines e C. Conti (Pertinace nella raffigurazione della Colonna di Marco Aurelio), F. Pesando (L’auctio rerum Commodi di Pertinace: aspetti antiquari).

_____________________________________________

Dal 12 marzo al 19 giugno 2005 si è tenuta nelle sale di palazzo Giustiniani a Roma la mostra “Canaletto. Il trionfo della veduta”, promossa dal Senato della Repubblica con la collaborazione scientifica dell'Istituto.

L'esposizione ha presentato una panoramica d’eccezione sulla produzione artistica di uno dei maggiori esponenti della cultura figurativa veneziana del Settecento, dedicando un ampio spazio al rapporto tra l’artista e Roma.


     
 
Home page La storia La sede Direzione Le collezioni La fototeca Pubblicazioni La ricerca Link