La sede









La sede


L'Istituto ha sede nel quattrocentesco Palazzo Venezia, nell'ala prospiciente piazza San Marco, con ingresso al numero civico 49. Al primo piano dell'edificio sono collocati la Direzione, gli uffici per il personale e gli ambienti destinati alla consultazione della Fototeca e dell'Archivio storico.
Al piano superiore l'Istituto dispone di due sale riunioni e di una sala per conferenze, capace di ospitare fino a 90 persone e munita di impianti di amplificazione audio e videoproiezione. Da queste sale si ha inoltre accesso riservato alla magnifica Loggia delle Benedizioni, sovrastante l'ingresso della basilica di San Marco, che offre una straordinaria veduta del monumento a Vittorio Emanuele II e dei Fori imperiali.

Gli ambienti al secondo piano sono ampiamente illuminati e dotati di accesso indipendente e arredo d'epoca; godono inoltre di veduta privilegiata del giardino e del loggiato interno di Palazzo Venezia. Oltre che per le manifestazioni dell'Istituto, sono a disposizione di enti, istituzioni ed organizzazioni culturali per lo svolgimento di seminari, convegni, workshop, cicli di conferenze e meeting.

La prestigiosa collocazione nel centro di Roma, a pochi passi da Piazza Venezia e dal Campidoglio, e la presenza di numerose linee di trasporto pubblico rendono facilmente raggiungibile questa sede anche per chi proviene da fuori città.

Per l'organizzazione di eventi a carattere culturale gli ambienti al secondo piano possono essere richiesti in uso per la durata di una o più giornate prendendo accordi con la Direzione dell'Istituto.


Per informazioni, termini d'utilizzo e prenotazioni rivolgersi alla Segreteria dell'Istituto:

Tel. 06 6780817 (Lun-Ven 9.30-13)
Fax 06 6798804
Email inasa@inasa-roma.it


Visualizzazione ingrandita della mappa

___________________________________


Le sedi storiche

Fin dalla sua fondazione nel 1922, l’Istituto ebbe sede nel piano rialzato di Palazzo Venezia, con ingresso al civico n° 3 della piazza omonima. In questa prestigiosa collocazione gli studiosi avevano a disposizione otto sale per la lettura e la consultazione, un archivio fotografico e una camera oscura, oltre alla sala di riunione per la Direzione. Qui venivano raccolti anche i fondi librari e fotografici acquisiti per varie vie dall’Istituto, che avevano arricchito l’iniziale nucleo costituito intorno alla biblioteca della Direzione delle Antichità e Belle Arti del Ministero della Pubblica Istruzione.

Nel 1939, constatata l’inadeguatezza dei locali alle necessità di protezione  antincendio e antiaerea del palazzo (la biblioteca si era estesa nel frattempo fino ad occupare l’intera torre), l’Istituto venne trasferito nella villa della Farnesina in via della Lungara, alle pendici del Gianicolo, ove rimase per tutto il periodo bellico.

Nel 1947 l’Istituto - che nel frattempo aveva cambiato la propria denominazione da Reale in Nazionale - fece ritorno alla sua sede originaria, recuperando le sale già destinate alla biblioteca e trasferendo gli uffici per il personale e la Direzione nel lato di Palazzo Venezia prospiciente piazza San Marco, ove ancora oggi ha sede.

Dal 1975 la biblioteca si è distaccata dall’Istituto, entrando a far parte del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, ma mantenendo nel contempo il deposito e la custodia di molti importanti fondi di proprietà dell’Istituto stesso.




I locali storici dell’Istituto in Palazzo Venezia, prima del suo trasferimento nella sede attuale. In senso orario: la Sala Lanciani, la Sala del Consiglio, la Sala Periodici al III piano (Fototeca INASA)





     
 
Home page La storia La sede Direzione Le collezioni La fototeca Pubblicazioni La ricerca Link